The Jean Paul Getty Museum

In California, il Jean Paul Getty Museum è un importante museo d’arte ospitato in due sedi: A Malibù, la Getty Villa (vecchia sede del museo) espone pezzi di arte greca, romana ed etrusca suddivisi in sezioni tematiche, sculture in bronzo e marmoree, affreschi, mosaici, vasellame, elementi architettonici, vetri, argenti, monete e gioielli. A Los Angeles, la collezione permanente del Getty Center comprende dipinti, sculture, disegni, fotografie, manoscritti, libri miniati e oggetti di arte decorativa dal Medioevo ai giorni nostri. Tra i grandi nomi dell’arte figurano quelli di Leonardo da Vinci, Michelangelo, Simone Martini, Beato Angelico, Carpaccio, Mantegna, Goya, Rembrandt, Tiziano, Veronese, Van Dick, Rubens, El Greco, Tiepolo, Canaletto, Poussin, Cézanne, Monet, Degas, Manet, Toulouse-Lautrec, van Gogh e Seurat; la collezione fotografica arriva fino ai giorni nostri ed è considerata una delle più importanti al mondo, con artisti come Ansel Adams, Alfred Stieglitz, Henri Cartier-Bresson, Man Ray, Rober Capa, Diane Arbus, e Richard Avedon. Oltre alla collezione permanente il Getty comprende un centro di ricerca, il quartier generale della Fondazione Getty ed un centro di restauro, ed è rinomato per la sua ampia offerta di attività per adulti e bambini. Notevoli anche le numerose aree verdi all’esterno, impreziosite da sculture e fontane maestose.

Da non perdere
“Anfora Attica Panatenaica”, un’anfora in terracotta risalente alla civiltà ellenica dedicata ad Atena, e il cui nome deriva dalla festa religiosa Panatenaia in onore della dea
“Atleta di Fano” (o “Victorious Youth”), una scultura bronzea attribuita allo scultore greco Lisippo o ad un suo allievo
“L’Astronomo”, un prezioso arazzo francese facente parte della collezione di mobili francesi e oggetti d’arte decorativa di Getty
• lo scrittoio realizzato nel XVIII secolo dall’artista tedesco David Roentgen, opera in stile neoclassico che vede l’utilizzo di diversi tipi di legno e l’inserimento di complicati apparecchi meccanici
“Iris” di Vincent van Gogh, una delle opere più famose del grande pittore olandese e una delle prime realizzate durante il suo periodo di ricovero
“Adorazione dei Magi” di Andrea Mantegna
“Venere e Adone” di Tiziano Vecellio
“Alabardiere” di Pontormo, raffigurante con ogni probabilità il giovanissimo soldato di cui Vasari racconta nelle sue opere durante “L’assedio di Firenze”
“Sant’Andrea” di Masaccio
“Velo della Veronica” di Correggio
 “Il rapimento di Europa” di Rembrandt, una delle poche opere dell’autore a soggetto mitologico
“Ritratto di Thomas Howard” di Antoon van Dyck, opera realizzata durante il soggiorno londinese dell’artista e ispirata alla tecnica dei ritratti veneziani dell’epoca rinascimentale
“Natura morta con tazza blu” di Paul Cezanne
“Il portale della Cattedrale di Rouen alla luce del mattino” di Claude Monet
“La passeggiata” di Pierre-Auguste Renoir

Vedi la collezione del museo su Google Arts & Culture

Curiosità
• inizialmente il museo era ospitato nella sola villa di Malibù, proprietà di Jean Paul Getty; nel 1997, bisognosa di maggiori spazi, la collezione venne trasferita nella sua collocazione attuale progettata dall’architetto Richard Meier, e la casa di Malibù ristrutturata e chiamata “Getty Villa”
• come suggerisce il nome, l’architettura della Getty Villa si ispira a quella di una villa romana, in particolare a quella della Villa dei Papiri ad Ercolano
• da alcuni anni il Getty Museum è coinvolto in vicende giudiziarie che riguardano l’acquisizione e la proprietà di alcune delle opere esposte; uno dei casi più controversi è quello legato all’acquisto del famoso “Kouros Getty” nel 1984, dichiarato immediatamente falso dallo storico dell’arte Federico Zeri

(foto in parte da web)

TIPOLOGIA
Museo di arte

DOVE
California, Los Angeles
1200 Getty Center Dr, Los Angeles, CA 90049, Stati Uniti

SITO UFFICIALE
www.getty.edu

SOCIAL

VIRTUAL TOUR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *